Come preparare il sushi?

Bella domanda, soprattutto per chi non vuole limitarsi a conoscere ingredienti e dettagli della “semplice” ricetta, ma si chiede – magari dopo disastri già vissuti – come avvolgere quel maledetto riso nell’alga nori.

Amo preparare il sushi, sono almeno 10 anni che mi diletto in questa attività e, dopo esordi disastrosi, sono riuscito a destreggiarmi abbastanza bene. Adesso voglio che anche tu faccia un figurone e ti possa vantare con il classico “Buono eh? L’ho fatto io!

Perché fare la fine del protagonista del famoso meme che gira sui social è facilissimo, ma non è bello. True story, chiedere all’autostima.

come-preparare-il-sushi-meme

Ho scoperto a questo proposito una soluzione davvero efficace e semplice.

Un oggettino che esiste da un paio d’anni ma che ho trovato da poco e subito messo “alla prova”: il sushi bazooka!

Siccome le immagini sono più efficaci di dieci, cento, mille parole, ecco il video [al momento l’anteprima non si vede, ma il video è spettacolare].

Il sushi bazooka Sushezi si trova su Amazon, link nell’immagine:

come-preparare-il-sushi

Bene, questa informazione ti ha sicuramente illuminato la giornata e risolto la vita, quindi se non vuoi continuare nella lettura, ti giustifico.

Ma se vuoi anche un paio di dritte su come preparare il sushi in casa e fare in figurone con lui, lei, il cane, gli alieni, gli Estranei o i replicanti che arriveranno per cena… vai pure avanti.

Come preparare il sushi: iniziamo

Cosa serve?

Iniziamo dal riso: munirsi di un contenitore dove farlo riposare, l’ideale sarebbe l’hangiri (di legno) e naturalmente il “tappetino” di bambù per arrotolarlo poi nell’alga. Anche con il sushi bazooka una mano serve.

Per il resto, un bel coltello affilato è tutto ciò che è necessario oltre alle tue (si spera sapienti) manine.

Ingredienti: riso giapponese per sushi, alga nori, aceto di riso, zucchero e sale.

Fai arrivare tutto da Amazon: hangiri e mestoli – tappetino di bambù – libro di ricette!

Come preparare il sushi: il riso

Per più di cinque persone prendi mezzo chilo di riso e lavalo sotto il rubinetto per qualche minuto, muovendolo con la mano: nello stesso contenitore, tienilo a bagno per circa un quarto d’ora, scolalo e lascialo per una decina di minuti “fermo”.

Dopodiché infila il riso in una pentola, metti acqua fino a coprilo tutto. Fai bollire a fuoco medio tenendo un coperchio sopra (e non toglierlo!).

Quando senti che l’acqua sta bollendo, abbassa un po’ la fiamma e aspetta ancora 15 minuti, dopodiché spegni tutto e dimenticatene per altri 10 almeno.

Come preparare il condimento per il riso

Mentre prepari il riso, entra in modalità multitasking e prepara il condimento: versa 100 ml di aceto di riso in un pentolino, poi aggiungi zucchero e sale e lasciali sciogliere a fuoco basso.

Non bollire!

Non appena tutto si è amalgamato (bastano pochi minuti) togli dal fuoco e fai raffreddare.

Riso + Condimento = Love

Qui ci vorrebbe il mitico hangiri, ma va bene qualsiasi contenitore che non sia troppo alto (e non in metallo), tamponato con un tessuto.

Una volta versato il riso dalla pentola al contenitore, prendi un mestolo di legno e distribuisci bene e in modo uniforme il condimento appena raffreddato.

Adesso, fai il supertrucco che a me piace un casino: prendi il PHON e con il getto freddo accompagna l’operazione di “distribuzione” del condimento, per far evaporare per bene l’aceto lasciando il gusto al top.

A questo punto copri con uno straccio umido (freddo) il riso e lascialo riposare. Si conserva bene per circa un giorno, ma mi raccomando, anche se usi parte del riso, l’altra deve rimanere coperta per non rinsecchirsi!

UFF, che faticaccia!
Ma non potevi comprarlo?
Eh no, qui sta la soddisfazione…

Come preparare il sushi: VAMOS CON L’HOSOMAKI

come preparare il sushi

Io mi dedico quasi esclusivamente all’hosomaki, il più piccolo e semplice dalla “famiglia sushi”, l’ideale per il finger food, ma anche per essere mangiato sul divano mentre si guardano le serie tv.

[Io a cena sto SEMPRE sul divano guardando film e serie tv. Non so tu]

Dunque, sushi bazooka e via! Ripieno a piacere, arrotolamento selvaggio nell’alga nori con il tappetino di bambù, per fare i precisini spettacolari.

L’hosomaki “impone” un solo ripieno, ma si può affiancare il classico pezzettino di cetriolo al pesce crudo (tonno e/o salmone). Qui ovviamente sta anche alla tua fantasia.

Con il coltello affilato, e ripeto: affilato, puoi tagliare circa 6-8 pezzi. Se non ti senti sicuro della consistenza del riso e della tenuta complessiva, avvolgi il rotolo nella pellicola trasparente e tienilo là per una mezz’ora o più.

Missione compiuta!

Adesso puoi accompagnare e guarnire con wasabi, salsa di soia, zenzero e chi più ne ha più ne metta.

Spero, nella mia sconfinata umiltà, di esserti stato utile e di averti svoltato la preparazione grazie al fighissimo sushi bazooka e a qualche dritta.

Fammi sapere se sei riuscito a “sushiare” per bene!

Alla prossima 🙂

Pin It on Pinterest

Share This