La link building è una tecnica SEO che ha lo scopo di incrementare il numero di link in ingresso verso un sito web.

In sostanza, si pone l’obiettivo di aumentare la popolarità del sito in questione per conferirgli maggiore autorevolezza o per fini commerciali.

Come funziona questa strategia?

Quanto è ancora valida nel mondo del Web-Marketing e della SEO?

Ne ho già parlato nel mio canale Telegram “Web, Social e Cultura”, nel quale ogni mattina informo gli utenti sulle ultime novità provenienti dal mondo web e social.

Cerchiamo adesso di approfondire l’argomento della Link Building e chiarire alcuni punti.

Metadescrizione, Title Tag, Keywords

La Link Building: Ieri ed Oggi

Un volta, Google dava molta importanza alla quantità di link collegati ad un sito.

Infatti, anche un sito dalla dubbia autorevolezza aveva l’opportunità di posizionarsi fra i primi risultati della ricerca, se possedeva un buon numero di link in ingresso.

Oggi, invece, Google non tiene di conto solamente del numero dei link, ma osserva la provenienza, la qualità e la loro tipologia.

Possiamo, infatti, distinguere due tipi di link:

  • quelli provenienti da siti web affidabili;
  • quelli costruiti ad hoc per raggiungere le prime posizioni della ricerca.

Questi ultimi, in realtà, non portano alcun vantaggio al sito, ma anzi corrono il rischio di penalizzarlo, proprio perché Google sta attento più alla qualità che alla quantità dei link.

In sostanza, la link building più efficace è quella che avviene in modo naturale, ovvero la Link Earning.

 

Cos’è la Link Earning

Con Link Earning si intende il semplice guadagno di link, senza interventi forzati, come, ad esempio, la citazione di fonti.

I link si devono “meritare”, grazie ai contenuti di valore prodotti.

Inoltre, dalle ultime novità di Google, c’è la possibilità che i link non siano più tra i fattori più importanti della SEO.

L’intelligenza artificiale sta sempre più crescendo e sembra riconoscere semplicemente le citazioni testuali, cioè quando un sito o un nome riferito a quel sito, viene citato all’interno dell’articolo, senza bisogno del link.

Ad ogni modo, è sempre importante ancora oggi crearsi una rete di siti amici, i quali citano il tuo sito per avere maggiore autorevolezza.

 

Come Fare Link Building

Quindi, abbiamo appena chiarito che non è importante la quantità dei link in ingresso sul nostro sito, ma la qualità di essi.

Prima di darti qualche consiglio su come effettivamente fare link building, è bene chiarire altri due punti: gli Anchor Text e il DoFollow/NoFollow.

 

Anchor Text:

Con l’espressione Anchor Text si indica la parte di testo di una pagina, che viene linkata verso un’altra pagina, interna o esterna al sito.

In pratica, sono le parole solitamente di colore blu, che cliccandoci sopra rimandano ad altre pagine.

Al fine di ottenere un buon risultato per la SEO è bene scegliere con prudenza l’Ancor Text, che possa rimandare a tale pagine scelta.

Ma nel caso in cui, siano altri esterni a citare il nostro sito e, quindi, a decidere loro l’Anchor Text, sarà importante inserire le parole chiave dell’articolo nell’URL del sito.

Nella Guida introduttiva di Google all’ottimizzazione per motori di ricerca, puoi trovare 4 consigli su come migliorare gli Anchor Text:

  1. Scegli testi descrittivi
  2. Crea un testo coinciso
  3. Formatta i link in modo che siano facili da trovare
  4. Utilizza Anchor Text anche per i link interni

ANCHOR TEXT - LINK BUILDING

DoFollow e NoFollow

 

Per farla breve, i DoFollow sono i link da seguire e i Nofollow da non seguire.

Ma a chi è rivolto questo imperativo? A Google stesso.

Il motore di ricerca, come abbiamo già detto, dà molta importanza all’attendibilità e all’autorevolezza di un link.

Inoltre, non vuole che i link acquistati manipolino le SERP (scala di ricerca), perciò penalizzerà la posizione del tuo sito se questo contiene link del genere.

Quindi, come devi muoverti, nel caso di vendita di articoli sponsorizzati o di inserimento di banner pubblicitari contenenti link in uscita?

Ecco, che scopriamo la funzionalità del famoso NoFollow.

Il NoFollow è un valore assegnato all’attributo rel di un link, che indica esplicitamente ai bot di Google di non seguire il link in questione e di non dargli importanza ai fini del posizionamento nella SERP.

Puoi utilizzare il NoFollow anche in altri casi, come Google stesso, nell’articolo Utilizzo di rel=”nofollow” per link specificispiega:

 contenuti non attendibili: se linki una pagina di un sito del quale non ti fidi o che non ti convince per varie ragioni (scarsa usabilità, profilo link sospetto, link in uscita sospetti, ecc.) è il caso di utilizzare il nofollow.

–  contenuti generati dagli utenti: i commenti contenenti un link in ingresso non hanno alcun scopo se non quello di spam, per questo è bene impostare tutti i commenti con il valore Nofollow

  link inutili per il bot di Google: le pagine di registrazioni o private sono inutili per i motori di ricerca e sprecano solo energie dei bot.

 

Inserire il NoFollow ad Un Link

Inserire il NoFollow è molto semplice, basta aprire la pagina in HTML del tuo articolo e indicare l’espressione accano al link.

Facciamo un esempio:

<a href=”http://example.com” rel=”nofollow”>Sito Esempio</a>

Basta, quindi, inserire  rel=”nofollow” al link in HTML e il gioco è fatto!

 

facebook link building

Link Building: Come Farsi Cliccare

Una volta capito le basi della Link Building come funziona e l’importanza che possiede in una corretta strategia di Web-Marketing, passiamo a qualche metodo pratico per farsi cliccare.

 

Crea Contenuti Originali

Ovviamente per farsi cliccare, c’è bisogno di un contenuto.

Più unico ed originale sarà, più vera cliccato e ricercato dagli utenti.

Non hai idee su cosa scrivere? Scegli un tema ed effettua tu stesso una ricerca sul web.

Cosa manca? Cos’è che è spiegato in maniera sbrigativa e necessita di un approfondimento?  C’è un modo diverso per affrontare quell’argomento?

La creatività sarà la tua migliore amica.

 

Link Building con Facebook Ads

L’obbiettivo di Facebook Ads è mostrare il tuo contenuto alle “persone giuste”.

Scegliendo il target di riferimento, in base alla professionalità, potrai “mostrare” il tuo link ad utenti che potrebbero citarti nei loro siti.

Per esempio, puoi riferirti a giornalisti, così da farti citare in loro articoli, o a riviste specifiche del settore di cui ti occupi.

Se scrivi di moda, puoi indirizzare il tuo annuncio a riviste come Vogue e Vanity Fair.

 

Infografiche e Widget

Un altro sistema per ottenere visibilità su altri siti è creare infografiche e widget.

Le infografiche sono sempre più utilizzate nel mondo del giornalismo e non solo, ma non sono semplicissime da realizzare.

Perciò, se riesci a produrre un’ottima infografica, c’è buona probabilità che questa venga riutilizzata per spiegare un determinato argomenti in molti siti.

Questi utilizzeranno i tuoi lavori e citeranno la fonte, ottenendo così un link in entrata verso il tuo blog.

Ma a chi puoi offrire i tuoi lavori e come trovare chi possa esserne interessato?

L’ outreach ti consente di trovare le persone utili.

Valutando alcuni fattori, puoi rintracciare chi fa al caso tuo:

  • Metriche SEO: ranking, presenza di link nofollow in uscita, autorevolezza del dominio
  • Metriche Social: fan e follower dei canali, engagement, commenti sul blog.
  • Aspetti generali:  advertising, traffico, contenuti, frequenza degli aggiornamenti.

Puoi utilizzate strumenti come  Semrush, Seozoom e Majestic SEO per valutare i blog e per individuare nuove fonti, che possono interessarti.

Organizza Un’Intervista

Se conosci persone influenti o ed esperti del tuo settore di riferimento, organizza un’intervista con loro.

Puoi farlo via mail, pubblicando successivamente le domande o attraverso un video.

Se le domande esposte o gli intervistati susciteranno curiosità e attenzione nel pubblico, l’intervista verrà riutilizzata e promossa in molti altri siti, nei quali apparirà il tuo link.

 

Fare Link Building con le Digital PR

Le pubbliche relazione (PR) sono indispensabili nella vita reale, ma anche in quella digitale.

Grazie a collaborazioni e alla creazione di community, avrai maggiore probabilità (se non la sicurezza) di essere linkato in altri blog.

Vediamo come ottenere link di qualità con le Digital PR.

 

Link Building - Digital PR

Il Guest Blogging

Il Guest Blogging consiste nel pubblicare articoli sul blog di qualcun altro.

Può essere il titolare del blog ad invitare altri utenti a pubblicare articoli per tenere il sito aggiornato, oppure tu stesso puoi fare richiesta.

Effettua una ricerca per parola chiave dell’argomento di cui ti occupi e rintraccia i blog che possono ospitarti.

Assicurati che siano attendibili e che abbiano visibilità.

Il Guest Blogging è una tecnica di marketing reputata tra le più efficaci per aumentare la quantità di link verso il proprio sito web.

Crea Una Community

Con l’avvento dei Social Network, non puoi più cercare scuse su come rintracciare altri blogger.

Contatta altri esperti del settore e instaura un rapporto professionale e di amicizia con loro.

Oltre alla possibilità di scambiare opinioni, potrai ottenere grandi vantaggi dalla relazione.

Essi saranno disposti a citarti nei loro articoli e  lo stesso farai anche tu.

La collaborazione è molto importante e non bisogna ragionare da un punto di vista esclusivamente individualista.

Suggerire altri canali e siti web, non porterà alcun danno al tuo blog, ma anzi creerai un circolo vizioso con cui aumenterai il numero di link in entrata.

Partecipa a Progetti e Proponi Iniziative

Un altro fattore fondamentale per le Digital PR è la creazione di nuovi progetti.

Sii propositivo e organizza anche degli eventi, grazie ai quali potrai conoscere influencer del settore e acquistare maggiore visibilità.

Partecipando ad iniziative del genere, verrai linkato in molti siti dei blogger che hanno partecipato al lavoro.

Matt Cutts, ingegnere di software di Google, ha detto:

“Se fai parlare la rete di te per quello che fai i link verranno da soli”

 

 

Spero di essere stato chiaro e di aver soddisfatto i tuoi dubbi, ma per maggiori spiegazioni puoi sempre scrivermi QUI o possiamo discuterne insieme nel gruppo “Facebook Web, Social e Cultura”.

 

Iscriviti alla Newsletter per tutti i vantaggi!

Iscriviti alla Newsletter per tutti i vantaggi!

Se mi scrivi la tua email, riceverai contenuti originali, nuovi e utili ogni due settimane. La mia lista contatti è preziosa e ci tengo molto: se sarai uno dei nostri, ti prometto cose interessanti e MAI spam o altre sciocchezze.

Ti sei iscritto! Grande: adesso controlla la tua casella email per confermare. Presto riceverai i tuoi primi contenuti esclusivi :)

Pin It on Pinterest

Share This