Seleziona una pagina

Cos’è che ti rende davvero felice?

Per alcuni è il successo, per altri la serenità, per altri ancora una storia d’amore.

Uno studio condotto dall’Università di Harvard, che dura da 85 anni, sostiene che il principale fattore determinante della felicità autentica è costituito dalle relazioni che coltiviamo con le persone con cui viviamo, con le persone con cui lavoriamo e con le persone che vivono vicino a noi.

La ricerca indica anche delle semplici azioni da mettere in campo tutti i giorni: ce ne sono alcune che richiedono poco meno di 10 minuti e un po’ di buona volontà.

Vediamole insieme!

1. Parla con qualcuno che non conosci

È stato dimostrato che iniziare una conversazione con uno sconosciuto aumenta la nostra felicità, anche quando non ce lo aspettiamo.

Certo, da introverso capisco che a volte sia un bel salto, ma una volta iniziato, troverai via via più semplice scambiare quattro chiacchiere e un sorriso con qualcuno che incontri per caso.

Considerando che gli esseri umani sono creature profondamente sociali e che nulla ci rende più felici del contatto con gli altri…

…non dovrebbe essere una sorpresa che i benefici di iniziare una conversazione con uno sconosciuto si moltiplichino.

2. La telefonata di… 8 minuti

Pianificare una telefonata (voce, non messaggi, gente!) di durata fissa con amici e conoscenti risolleva l’umore.

La maggior parte di noi tende infatti a pensare che in un futuro imprecisato avremo un “surplus di tempo” in cui avremo l’opportunità di riconnetterci con i vecchi amici.

Tuttavia, secondo i ricercatori di Harvard, è assai improbabile che arrivi il fantomatico giorno in cui avremo tempo da dedicare SOLO a questo.

Morale? Fallo adesso. O pianificalo subito.

E mi raccomando: rendi subito chiaro all’altra persona che la conversazione non supererà gli otto minuti.

Sarà piacevole, breve, densa (entrambi sapete la durata).

È stato dimostrato che sentire la voce di qualcuno è un modo molto più forte di stabilire un legame rispetto a un messaggio o a una chat.

Per questo è importante che tu ti prenda quegli otto minuti.

3. Scrivi dei messaggi di ringraziamento

Secondo alcune ricerche, il semplice atto di ringraziare crea una felicità immediata sia per la persona che lo fa che per quella che lo riceve.

Qualche tempo fa mi sono imbattuto in una rielaborazione del New York Times che suggeriva di scrivere il necrologio di qualcuno ancora in vita sottolineando solo cose buone. Un po’ macabro!

Mettiamola così: dedicare qualche minuto alla tua giornata per scrivere un biglietto a una persona cara, a un familiare o anche a qualcuno che ti ha aiutato è un ottimo modo per celebrare la vita.

Può essere qualcuno che vedi tutti i giorni o qualcuno che non senti da anni.

Metti un timer di 10 minuti e considera quello come l’ultima occasione per mandare un bel messaggio a questa persona: scrivi tutto ciò per cui provi gratitudine.

Attenzione: poi arriva la parte più difficile.

Ovvero inviare il messaggio.

Non importa se lo invii tramite email, social media o posta ordinaria: fallo e basta.

Le persone sono sempre felici di ricevere un ringraziamento, anche se è da parte di qualcuno a cui non pensano da molto tempo.

Riceverlo li renderà felici e inviarlo ti renderà felice.

4. Altre semplici cose da mettere in pratica

  • Parla e trova qualcosa in comune con un collega di lavoro
  • C’è una canzone che ami ma di cui non ricordi il testo? Ascoltala e imparalo
  • Trova qualcosa che non ti serve più e pianifica di regalarlo
  • Fai un piccolo regalo a qualcuno
  • Trova una ricetta semplice e cucina
  • Prendi nota di 3 cose che stanno funzionando nella tua vita

Passiamo all’azione

Se puoi, prova a fare almeno una di queste sfide di dieci minuti ogni giorno della prossima settimana.

Alla fine, puoi ben spendere meno di un’ora alla settimana per qualcosa che può farti sentire meglio, no?

Alla fine dei sette giorni, chiediti se questi piccoli passi ti hanno fatto bene e magari come ti saresti sentito senza metterli in pratica.

Potrebbe diventare una routine utile per la vita.

Giacomo Lucarini
Giacomo Lucarini

Sono un lettore compulsivo, amo il cinema d’autore e la musica lo-fi. Di professione Life Coach e Digital Strategist, due carriere nate dalle passioni della mia vita e tanta esperienza sul campo. Se senti di avere bisogno di una mano per migliorare la tua vita, sei nel posto giusto!

Pin It on Pinterest

Share This