Seleziona una pagina

In questo articolo ti parlerò dell’Ikigai, analizzerò il concetto e ti aiuterò a comprendere la sua importanza.

Qual è il senso e lo scopo della tua vita? 

È da sempre un grande enigma al quale difficilmente si riesce a dare una risposta. 

Anzi, la maggior parte delle volte è impossibile trovare una soluzione e la sola idea di rifletterci su può creare preoccupazioni.

Prima di tutto, per quanto scontato, tieni a mente che l’ikigai è una delle tante risposte…

…ma soprattutto non esistono risposte giuste, sbagliate o univoche! 

Quel che è certo è che si tratta di un concetto affascinante e capace di cambiare la nostra visione del mondo.

Adesso parliamo di come ognuno può trovare un proprio scopo nella vita e degli obiettivi personali.

Ikigai, cos’è e come aiuta la felicità

Prima di tutto, cos’è l’Ikigai?

Si tratta di un termine giapponese, del quale non esiste un’effettiva traduzione ma che si può intendere come scopo dell’esistenza.

Infatti, la parola si compone di iki, vivere e gai, ragione.

Conoscere la propria ragione d’essere risulta essenziale, affinché si viva una “vita degna di essere vissuta”.

Essere consapevoli del proprio scopo significa tentare di perseguirlo in modo più sereno.

L’Ikigai costituisce un sentiero da percorrere e al tempo stesso una speranza, nonché la rassicurazione di star procedendo nella direzione “più giusta”.

Per questo non si tratta solo di uno scopo nell’esistenza, in senso astratto, ma concretamente “una ragione per svegliarsi al mattino”.

Non basta essere produttivi: sapere di vivere con uno scopo modificherà le tue abitudini, contribuendo positivamente alla tua salute, fisica e mentale.

L’Ikigai è perciò portatore di benessere, non a caso considerato uno sviluppo della medicina tradizionale giapponese.

Trovare uno scopo alla propria vita significa affrontare ogni giorno con una nuova consapevolezza.

Una condizione di piena coscienza del sé che permette di considerare ogni momento vissuto come valido.

È proprio questa sicurezza dei propri obiettivi che consente un miglioramento di se stessi, attraverso una crescita personale.

Non a caso, il primo passo per maturare è conoscere la propria direzione.

L’Ikigai instaura così un circolo virtuoso, portando a ricercare la felicità in modo sereno.

Come definito da Michiko Kumano, psicologa giapponese, si tratta di un equilibrio, di un benestare dato dalla soddisfazione per ciò che si fa.

L’appagamento diventa quindi un motore per ogni giornata.

Questo porterà ad essere felici delle azioni quotidiane, con la consapevolezza che ogni obiettivo volge verso una realizzazione.

Inoltre, è da considerare l’intima connessione tra benessere fisico e mentale.

L’appagamento psichico, dato dalla soddisfazione per ogni attività e dalla consapevolezza di sé, influenzerà indubbiamente anche il tuo corpo.

Perché è così difficile trovare uno scopo nella vita?

Per trovare il senso alla propria vita è bene essere consapevoli delle proprie capacità.

Purtroppo, questo non è così scontato.

Primo passo per trovare uno scopo nella vita è riconoscere in sé punti di forza e abilità.

Dunque, cosa sai fare?

E soprattutto, cosa ti piace fare?

Queste due dimensioni, quella del talento e quello della passione collaborano nel raggiungimento dell’Ikigai.

In pratica, una ragione di vita è l’unione tra ciò che si è in grado e ciò che si ama fare.

L’insicurezza e la mancata consapevolezza delle tue abilità è un ostacolo nel percorso verso la realizzazione.

È per questa ragione che riflettere sullo scopo dell’esistenza può provocare ansia e preoccupazione.

Obiettivo è quindi coniugare talento e passione, ecco la ricetta per il benessere.

La fiducia in sé risulta perciò un punto fondamentale dell’Ikigai.

Proprio la necessità di credere in sé contribuisce alle difficoltà nel definire un proprio scopo.

Quante volte ti sarà capitato di pensare negativamente?

Di non considerarti abbastanza e di non vedere quanto vali.

Questa condizione è deleteria nella definizione di obiettivi.

Approcciare in modo negativo i problemi renderà ancora più dura la ricerca di una ragione di vita.

Il Metodo Ikigai

Il metodo ha l’obiettivo di farti trovare un significato all’esistenza, unendo le tue capacità e i tuoi sogni.

Non si tratta solo di un’utopia astratta, bensì di un vero e proprio sistema fondato su questi principi.

L’Ikigai è frutto dell’intersezione di quattro elementi:

·       Ciò che ami fare

·       Ciò in cui sei abile

·       Ciò che può cambiare in meglio te e il mondo

·       Ciò che può retribuire economicamente.

ikigai
Non è un caso se il primo, vecchio scarabocchio che ho fatto del metodo Ikigai campeggia da anni sulla mia bacheca: voglio averlo sempre davanti agli occhi

Possiamo considerare il tuo scopo nella vita come qualcosa di personale in quanto nasce da te, dalle tue capacità e dai tuoi sogni.

Trovare una ragione per la quale vivere aiuterà te ma anche chi ti circonda.

Si tratta di un’attitudine talmente forte da coniugare passioni e perizie in modo così equilibrato da determinare il tuo posto nel mondo.

L’Ikigai aspira così ad un benessere super partes, all’apparenza utopico ma concretamente raggiungibile.

Come trovare il tuo Ikigai

Cosa ti rende felice?

Cosa sai fare?

È da queste domande che parte la ricerca dell’Ikigai.

So che possono essere domande spinose, ma affrontale con serenità.

E ricorda, non ci sono risposte giuste o sbagliate.

Trova dei punti comuni tra questi due aspetti, pensa a un lavoro che li unisca e domandati se questo sia in grado di agire positivamente sul mondo.

Solo attraverso un’analisi accurata di sé sarà possibile trovare la propria ragione di vita.

Esercizi utili

Ci hanno sempre descritto la felicità come un sogno troppo lontano o un’utopia.

Ma tieni a mente che alcune piccole azioni nel quotidiano possono contribuire al tuo benessere.

Raggiungi la vetta un passo alla volta.

Per questo, ecco alcuni suggerimenti pratici.

Ti aiuteranno a comprenderti meglio, a tenere allenata la tua felicità e a ricercare il tuo Ikigai.

Prima di tutto concediti dei momenti di riflessione.

La vita frenetica di tutti i giorni spesso toglie tempo e spazio ai propri pensieri.

Regalati dei momenti solo tuoi, nei quali ragioni sui tuoi sogni e sui tuoi obiettivi.

Non avere paura di chiederti cosa ti piacerebbe fare

…o cosa ti renderebbe felice.

Trova dei momenti di soddisfazione nella tua giornata.

La felicità non è al di fuori ma inizia da dentro.

Scrivi ogni giorno cinque azioni o motivi che abbiano suscitato in te gratitudine.

Riconoscere il benessere ti porterà a ricercarlo di nuovo.

Prenditi cura di te, sia del tuo corpo sia della tua mente.

Cerca e trova i tuoi tempi, non subire sempre i ritmi della società.

In ultimo, abbandona ciò che non ti soddisfa, che ti fa stare male.

Rinuncia alle azioni che svolgi involontariamente, dai priorità alle attività che ti rendono felice.

Test dell’ikigai

Per trovare il tuo Ikigai rispondi adesso alle quattro domande fondamentali, componendo materialmente un diagramma di quattro cerchi, uno per quesito:

  • Nel primo elenca ciò che sai fare.
  • Nel secondo quello che ti rende felice.
  • Nel terzo scrivi cosa manca secondo te al mondo, i bisogni che possono riguardare il genere umano in senso lato o un gruppo ristretto di individui.
  • Nell’ultimo cerchio segna gli impieghi per i quali si può essere pagati.
  • Nel primo elenca ciò che sai fare.
  • Nel secondo quello che ti rende felice.
  • Nel terzo scrivi cosa manca secondo te al mondo, i bisogni che possono riguardare il genere umano in senso lato o un gruppo ristretto di individui.
  • Nell’ultimo cerchio segna gli impieghi per i quali si può essere pagati.
  • Nel primo elenca ciò che sai fare.
  • Nel secondo quello che ti rende felice.
  • Nel terzo scrivi cosa manca secondo te al mondo, i bisogni che possono riguardare il genere umano in senso lato o un gruppo ristretto di individui.
  • Nell’ultimo cerchio segna gli impieghi per i quali si può essere pagati.

Nelle intersezioni troverai dei punti fondamentali che a loro volta contribuiranno all’incrocio finale: l’Ikigai.

Tra cosa ami e cosa sai fare troverai la tua passione, tra ciò che ami e i bisogni del mondo, invece, la tua missione.

Le mancanze del mondo si intersecano con i lavori retribuiti, dando origine alla vocazione.

L’impiego, inoltre, unito all’abilità personale, genera la professione.

È così che, dipanando i pensieri, si raggiungono i quattro fondamenti dell’ikigai: passione, missione, vocazione e professione.

Giacomo Lucarini
Giacomo Lucarini

Ciao! Sono Giacomo “Giac” Lucarini. Sono un lettore compulsivo, amo il cinema d’autore e la musica lo-fi. Mi occupo di consulenza strategica personale e produzione di contenuti digitali per brand. Due carriere nate dalle passioni della mia vita, esperienze e tanto studio e lavoro. Se senti di avere bisogno di una mano per migliorare la tua vita, sei nel posto giusto!

Pin It on Pinterest

Share This