Ti sei mai ritrovato a pensare ossessivamente a un errore commesso giorni, settimane o addirittura anni fa?

Sei in buona compagnia.

Questo processo mentale è chiamato “ruminazione mentale” e può avere effetti devastanti sulla nostra salute mentale.

Ma, come dice Deepak Chopra

“Nel processo di lasciar andare perderai molte cose del passato, ma troverai te stesso.”

La ruminazione mentale è quella voce interiore che ti ricorda costantemente i tuoi errori, le tue insicurezze e le tue paure.

Può manifestarsi in diversi modi: rimuginare sugli sbagli grandi e piccoli della vita, rimanere arrabbiati per lungo tempo (anni?) verso gli errori degli altri…

E vogliamo parlare della ruminazione risentita, quel confronto costante con gli altri che porta solo a gelosia e risentimento?

Ricordo una volta, dopo una presentazione al lavoro, di aver ripensato ossessivamente a una piccola imprecisione che avevo fatto.

Per giorni, non ho potuto fare a meno di pensare a quel momento, chiedendomi se gli altri avessero notato e cosa avessero pensato di me.

Sorpresa: dopo mesi, mi resi conto che NESSUNO LO AVEVA NOTATO.

Questo è un esempio classico di ruminazione auto-sabotante.

Ma da dove viene questa abitudine mentale?

Alcuni di noi potrebbero averla appresa dai nostri genitori, mentre altri potrebbero utilizzarla come meccanismo di evitamento o di coping.

Ma una cosa è certa: la ruminazione mentale non è salutare.

Può portare a bassa autostima, depressione, rabbia inutile e persino problemi di sonno.

Tuttavia, c’è una sottile differenza tra ruminazione e riflessione sana.

Mentre la prima ci intrappola in un ciclo di pensieri negativi, la riflessione ci permette di esaminare i nostri sentimenti e comportamenti in modo costruttivo.

Come ha detto Nelson Mandela

“Il risentimento è come bere veleno e poi sperare che uccida i tuoi nemici.”

Allora, come possiamo fermare questo ciclo di ruminazione mentale?

Inizia con la consapevolezza.

Riconosci quando stai rimuginando e chiediti:

“Questo pensiero riflette veramente i miei valori?”

Poi, cerca di distrarti.

Guarda un episodio della tua serie TV preferita, leggi un libro o ascolta della musica.

E, soprattutto, parla con qualcuno.

A volte, condividere i tuoi pensieri con un amico o un professionista può aiutarti a vedere le cose da una prospettiva diversa.

Conclusione: La rimuginazione può essere una lotta, ma con la giusta consapevolezza e le strategie, puoi superarla.

Ricorda, non sei definito dai tuoi errori o dai tuoi pensieri.

“Non possiamo cambiare il passato, ma possiamo iniziare una nuova storia per il nostro futuro.”

Se desideri ulteriori consigli o supporto su come gestire la ruminazione mentale o qualsiasi altro problema emotivo, non esitare a contattarmi.

Oppure, scrivimi un messaggio (rispondo sempre!)

Giacomo Lucarini
Giacomo Lucarini

Sono un lettore compulsivo, amo il cinema d’autore e la musica lo-fi. Di professione Life Coach e Digital Strategist, due carriere nate dalle passioni della mia vita e tanta esperienza sul campo. Se senti di avere bisogno di una mano per migliorare la tua vita, sei nel posto giusto!

Pin It on Pinterest

Share This